Come lavoro

Sono specialista in manipolazioni vertebrali e mi occupo di dolori muscolo scheletrici.

La terapia prevede trattamenti osteopatici, con manipolazioni oppure con mobilizzazioni articolari e tessutali, secondo le necessità cliniche del paziente. Insieme alle tecniche manuali propongo sedute di training con esercizi di Qigong e motricità di origine orientale, con benefici per il corpo e per la mente.

Ecco i tuoi servizi:

  • Disponibilità: al massimo una settimana per ottenere un appuntamento e un trattamento.
  • Flessibilità di orario: per chi non si può assentare dal lavoro o per i turnisti c’è la possibilità di fissare appuntamenti anche serali e la domenica mattina.
  • Nessuna attesa: lavorando con prenotazioni ed orari precisi per ognuno non vi sono tempi di attesa in sala d’aspetto.
  • Ascolto empatico: lascio l’individuo libero di seguire il proprio filo logico, le proprie emozioni e le proprie esigenze quando mi espone le sue problematiche. Mi adatto ogni volta ai suoi modi e tempi narrativi, senza imporre questionari preconfezionati.
  • Attenzione alle aspettative del paziente: non impongo una manipolazione se non è gradita. In tal caso utilizzo tecniche alternative.
  • Riduzione al minimo del ciclo di sedute: il dolore, il disturbo, la disfunzione devono passare utilizzando il numero minimo possibile di trattamenti, secondo i casi.
  • Esercizi di pratica autonoma: insegno alcuni semplici esercizi di prevenzione e il mantenimento. Si tratta di tecniche di Stretching, esercizi di Qigong (ginnastica orientale) e esercizi di Dorn (per la flessibilità della colonna).
  • Rete di professionisti: se trovo problematiche che non appaiono di mia competenza, consiglio di rivolgersi ad altri professionisti della salute (medici, dietisti, psicologi, chinesiologi e fisioterapisti). Oppure a colleghi osteopati che hanno specializzazioni diverse dalla mia (per il trattamento pediatrico, ad esempio).
  • Nessuna imposizione predefinita di mantenimento: non fisso un ritmo stabilito a priori per le sedute di mantenimento. Consiglio invece sempre di “ascoltare” il proprio fisico e di rivolgersi a me quando lo si ritiene più necessario, in assoluta libertà.